Archivio Autore

Lavoro domestico: semplificati i controlli del Green pass per colf e badanti

Nella Gazzetta Ufficiale del 20 novembre 2021, n. 277 è stata pubblicata la legge 5 novembre 2021, n. 165 , di conversione, con modificazioni, del D.L. n. 127/2021 , recante “Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening”.

L’art. 3, comma 5 prevede che i lavoratori possano richiedere di consegnare al proprio datore di lavoro copia della propria certificazione verde COVID-19, con conseguente esonero dai controlli per tutta la durata della validità.

A riguardo, ASSINDATCOLF – con comunicato del 18 novembre 2021 – ha evidenziato che tale disposizione semplifica la gestione ordinaria della colf/badante, evitando che i datori di lavoro (molto spesso anziani non autosufficienti) debbano effettuare controlli continui attraverso dispositivi elettronici.

Pertanto, d’ora in poi sarà possibile per il datore di lavoro, previa richiesta di consegna da parte del lavoratore, ricevere copia cartacea del Green pass con la relativa scadenza.

Validità delle certificazioni di esenzione vaccinale

Il Ministero della Salute – con Circolare del 25 novembre 2021, prot. n. 53922 – ha reso noto d’aver prorogato dal 30 novembre 2021 al 31 dicembre 2021 la validità e la possibilità di rilascio delle certificazioni mediche di esenzione alla vaccinazione anti Covid-19.

In tal senso, rimane confermato che non è necessario farsi rilasciare nuovamente delle certificazioni dato che la validità di quelle già emesse è differita a fine anno 2021.

Vietato l’ingresso in Italia da 8 Paese africani e Friuli Venezia Giulia in zona gialla

Nella Gazzetta Ufficiale del 27 novembre 2021, n. 282 sono state pubblicate due Ordinanze del Ministero della Salute.

Nel dettaglio:

  • Ordinanza 26 novembre 2021, recante “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19” – sono vietati l’ingresso e il transito nel territorio nazionale alle persone che nei 14 giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Malawi, Mozambico, Namibia, Eswatini ad eccezione dei cittadini italiani che abbiano la residenza anagrafica in Italia da data  anteriore alla presente ordinanza, unitamente ai figli minori, al coniuge o alla parte di unione civile, a condizione che non manifestino sintomi da Covid-19.
  • Ordinanza 26 novembre 2021, recante “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 nella Regione Friuli-Venezia Giulia” – alla Regione Friuli Venezia Giulia si applicheranno le disposizioni previste per la c.d. zona gialla, a decorrere dal 29 novembre 2021, per complessivi 14 giorni.

logo