Archivio Autore

Ministero della Salute: proroga al 30/08 delle misure per le “zone bianche”

Con Ordinanza del 29 luglio 2021, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 30 luglio 2021, il Ministro della Salute prevede “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 in «zona bianca».
In particolare sono reiterate fino al 30 agosto 2021 le misure del Ministro della salute di cui:

  • all’Ordinanza 22 giugno 2021, relativa alla cessazione dell’obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale all’aperto nelle zone bianche, ad eccezione delle situazioni in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o si configurino assembramenti o affollamenti, degli spazi all’aperto delle strutture sanitarie e in presenza di soggetti fragili;
  • all’Ordinanza 2 luglio 2021, relativa alla sospensione anche nelle zone bianche del libero accesso agli istituti e luoghi di cultura statali la prima domenica del mese

Figlio dell’imprenditore opera in azienda: va iscritto alla gestione commercianti come coadiutore

In materia previdenziale, va iscritto alla gestione commercianti dell’INPS come coadiutore familiare il figlio dell’imprenditore che opera in azienda. Lo schermo societario, infatti, non deve sottrarre la prestazione lavorativa alla contribuzione previdenziale.

È quanto statuito dalla Corte di Cassazione nell’Ordinanza n. 22082 del 2 agosto 2021, con la quale ha ricordato che l’assicurazione per gli esercenti attività commerciali, che non opera nei confronti del socio o amministratore di srl in difetto dei requisiti congiunti di abitualità e prevalenza dell’attività, può tuttavia operare nei confronti dei coadiutori familiari del suddetto socio o amministratore della srl titolare dell’impresa in relazione alle attività gestorie agli stessi demandabili e nel concorso degli altri requisiti di legge relativi all’impresa.

In GU i criteri e le modalità di accesso al Fondo per il sostegno alle grandi imprese in temporanea difficoltà

Nella Gazzetta Ufficiale del 3 agosto 2021, n. 184 è stato pubblicato il Decreto MiSE 5 luglio 2021, recante “Criteri, modalità e condizioni per l’accesso al Fondo per il sostegno alle grandi imprese in temporanea difficoltà finanziaria in relazione alla crisi economica connessa con l’emergenza epidemiologica da Covid-19”.

Possono beneficiare degli interventi del Fondo dal Decreto in specie le grandi imprese operanti sul territorio nazionale e in qualsiasi settore economico, che, alla data di presentazione della domanda di accesso al Fondo, si trovano nelle seguenti condizioni:

  1. versano in situazione di temporanea difficoltà finanziaria in relazione alla crisi economica connessa con l’emergenza epidemiologica da Covid-19;
  2. presentano prospettive di ripresa dell’attività;
  3. devono essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese;
  4. devono avere sede legale e operativa ubicata sul territorio nazionale;
  5. non devono rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;
  6. devono aver restituito agevolazioni godute per le quali è stato disposto dal Ministero un ordine di recupero.

logo