Voucher sostituiti dal lavoro intermittente

L’abolizione dei voucher porterà ad un aumento dei costi e delle complessità gestionali, senza vantaggi per i lavoratori coinvolti. Il contratto più simile al voucher è infatti il lavoro intermittente, con il datore di lavoro che può richiedere la prestazione solo al momento del bisogno con specifici limiti di tempo. Questo contratto però si può utilizzare solo per alcuni lavoratori, con età inferiore ai 24 anni o superiore a 55, o nel caso in cui esista un accordo sindacale che prevede soglie anagrafiche diverse o ancora per camerieri, personale di servizio e cucina in alberghi e ristoranti, custodi e portinai.

logo