INAIL: tutela dei lavoratori operanti in Paesi extracomunitari privi di accordi di sicurezza sociale

L’INAIL – con Circolare 15 aprile 2021, n. 12 – ha ribadito che per i lavoratori operanti all’estero in Paesi extracomunitari con i quali non sono in vigore accordi di sicurezza sociale, il premio assicurativo è calcolato sulla base delle retribuzioni convenzionali fissate annualmente.

Tale disciplina è applicata anche ai lavoratori cittadini comunitari ed ai cittadini extracomunitari che lavorano e sono assicurati in Italia in base alla legislazione nazionale, ed inviati dal proprio datore di lavoro in un Paese extracomunitario.  

Al riguardo, sono state determinate (per l’anno 2021) le retribuzioni convenzionali da prendere a base per il calcolo dei premi dovuti per l’assicurazione.

Le suddette retribuzioni convenzionali trovano applicazione per i rapporti di lavoro subordinati, mentre sono escluse per le altre tipologie di rapporto di lavoro, quali le collaborazioni coordinate e continuative.

logo