Doveri di fedeltà e rispetto prescindono dal codice disciplinare

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 17 aprile 2018, n. 9420, ha ritenuto che le censure relative all’omessa affissione del codice disciplinare non devono essere generiche, soprattutto qualora nei precedenti gradi di giudizio sia stata affermata la non necessaria affissione in presenza di contestazioni mosse al lavoratore attinenti ai doveri di fedeltà e di rispetto del patrimonio del datore di lavoro.

logo