Brexit: prime istruzioni Inps

L’Inps, con circolare n. 16 del 4 febbraio 2020, a seguito del recesso del Regno Unito dall’Unione Europea (Brexit) e dell’entrata in vigore del relativo accordo, ha offerto istruzioni operative in materia di prestazioni pensionistiche, familiari, di disoccupazione, malattia, maternità e paternità, legislazione applicabile, distacchi di lavoratori all’estero, recuperi di contributi e prestazioni indebite, pensionistiche e non pensionistiche, e sulle modalità degli scambi di informazioni tra istituzioni.

L’Istituto segnala, in particolare, che per l’accertamento del diritto e il calcolo delle prestazioni previdenziali, durante il periodo transitorio ai cittadini dell’Unione e del Regno Unito continueranno ad applicarsi i Regolamenti CE 883/2004 e 987/2009 in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi.

logo