Validità della notifica del verbale firmata dal dipendente

La Cassazione – con ordinanza 4 ottobre 2021, n. 26846 – ha attestato la validità della notifica del verbale di accertamento di un’infrazione del codice della strada effettuata al dipendente della società, anziché al suo legale rappresentante, senza l’invio della raccomandata informativa.

Al riguardo, la Suprema Corte ha ricordato che l’art. 145 c.p.c. prevede che la notificazione alle persone giuridiche si esegue nella loro sede, mediante consegna di copia dell’atto al rappresentante o alla persona incaricata di ricevere le notificazioni o, in mancanza, ad altra persona addetta alla sede stessa: nel caso in specie, il dettato normativo è stato rispettato.

logo