No alla giusta causa se è sanzione sproporzionata rispetto alle ipotesi previste dal Ccnl

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 10 ottobre 2019, n. 25573, ha stabilito che, pur essendo la giusta causa di licenziamento nozione legale rispetto alla quale non sono vincolanti – al contrario che per le sanzioni disciplinari con effetto conservativo – le previsioni dei contratti collettivi, che hanno valenza esemplificativa e non precludono l’autonoma valutazione del giudice di merito in ordine all’idoneità delle specifiche condotte a compromettere il vincolo fiduciario tra datore e lavoratore, tuttavia opera il solo limite che non può essere irrogato un licenziamento per giusta causa quando questo costituisca una sanzione più grave di quella prevista dal contratto collettivo in relazione a una determinata infrazione.

logo