Ingresso di cittadini extracomunitari per motivi di studio: recepita la Direttiva UE

 Il Consiglio dei Ministri, con comunicato stampa emanato a conclusione della seduta n. 82 dell’8 maggio 2018, ha annunciato il recepimento della Direttiva (UE) 2016/801, relativa alle condizioni di ingresso e soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di ricerca, studio, tirocinio, volontariato, programmi di scambio di alunni o progetti educativi e collocamento alla pari, che ha anche l’obiettivo di facilitare l’accesso al mercato del lavoro dello Stato membro in cui lo studente svolge gli studi, al fine di coprire in parte il costo degli studi.
logo