Impossibilità di repêchage del lavoratore ed illegittimità del licenziamento

|

La Cassazione – con ordinanza del 21 marzo 2022, n. 9158 – ha stabilito che senza la prova dell’impossibilità del reimpiego del lavoratore, anche in mansioni inferiori, il datore di lavoro condannato per illegittimità del licenziamento sarà tenuto alla reintegra ed al risarcimento del danno.

Al riguardo, la Suprema Corte ha chiarito che spetta al datore di lavoro dimostrare che non è possibile il repêchage del lavoratore divenuto inidoneo, su cui non grava alcun onere probatorio.

In tal senso, l’illegittimità del licenziamento è evidenziata dalla mancanza dei presupposti di recesso: pertanto, oltre alla tutela risarcitoria, è previsto anche il reintegro nel posto di lavoro.

Mondo Lavoro Srl
Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 02478290121

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta

    Lavora con noi
    Close