Impatriati e distacco: accesso al beneficio con nuovo contratto e nuovo ruolo aziendale

L’Agenzia delle entrate, con risposta a interpello n. 42 del 18 gennaio 2021, dando conferma alla linea interpretativa espressa al paragrafo 7.1 della circolare n. 33/E/2020, ha offerto il proprio parere in merito al riconoscimento del regime agevolativo per lavoratori impatriati rientranti da un distacco all’estero, stabilendo che un nuovo ruolo aziendale e un contratto diverso, rispetto al rapporto in essere nel periodo prima dell’espatrio e senza continuità con la precedente posizione, sono i presupposti per l’applicazione del regime agevolativo.

logo