Demansionamento: onere della prova a carico del datore di lavoro

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 9 luglio 2018, n. 17978, ha stabilito che quando il lavoratore allega un demansionamento riconducibile a un inesatto adempimento dell’obbligo gravante sul datore di lavoro ai sensi dell’articolo 2103 cod. civ., è su quest’ultimo che incombe l’onere di provare l’esatto adempimento del suo obbligo, o attraverso la prova della mancanza in concreto del demansionamento, ovvero attraverso la prova che fosse giustificato dal legittimo esercizio dei poteri imprenditoriali o disciplinari oppure, in base all’articolo 1218 cod. civ., a causa di un’impossibilità della prestazione derivante da causa a lui non imputabile.

logo