COVID-19: accesso al trattamento di Cigs per crisi aziendale

È stato pubblicato sulla G.U. n. 10 del 14 gennaio 2021 il Decreto 15 dicembre 2020 del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, che determina, in relazione all’evento della pandemia da COVID-19, le modalità di accesso al trattamento di Cigs per crisi aziendale.

Il Decreto ha stabilito che per l’anno 2020 e, comunque, fino al termine dell’emergenza epidemiologica, ai fini dell’approvazione del programma di crisi aziendale conseguente all’evento improvviso e imprevisto della pandemia da COVID-19, esterno alla gestione aziendale, di cui all’articolo 21, comma 1, lettera b), D.Lgs. 148/2015, e all’articolo 1, D.M. 94033/2016, la fattispecie è valutata, ferma restando la salvaguardia occupazionale, anche in assenza del piano di risanamento di cui all’articolo 2, lettera c), D.M. 94033/2016, e con sospensioni anche in deroga al limite di cui all’articolo 22, comma 4, D.Lgs. 148/2015, con riferimento ai periodi di vigenza dei provvedimenti emergenziali di limitazione all’attività produttiva.

logo