Coronavirus: ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica

È stato pubblicato sulla G.U. n. 125 del 16 maggio 2020 il D.L. 33 del 16 maggio 2020, che emana ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, valide dal 18 maggio 2020 al 31 luglio 2020.

In particolare, viene garantita la possibilità di muoversi nella propria Regione senza necessità di autocertificazione giustificativa; dal 3 giugno saranno possibili anche gli spostamenti interregionali, che per ora devono essere motivati da comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

Si dispone che le attività economiche, produttive e sociali devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali. In assenza di quelli regionali trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale. Le misure limitative delle attività economiche, produttive e sociali possono essere adottate, nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità, con provvedimenti emanati ai sensi dell’articolo 2, D.L. 19/2020 o del comma 16 del presente Decreto.

Il mancato rispetto dei contenuti dei protocolli o delle linee guida, regionali, o, in assenza, nazionali, che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

logo