Proroga Opzione Donna: maggiori tutele per le lavoratrici

Con la Legge di Bilancio (Legge 30 dicembre 2021, n. 234) “abbiamo previsto maggiori tutele per le lavoratrici con la proroga di Opzione Donna per il 2022”: lo ha scritto sul proprio profilo Twitter il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando.

In particolare, Opzione Donna è stata prorogata per il 2022 per le lavoratrici che entro il 31 dicembre 2021 hanno maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e un’età pari o superiore a:

  • 58 anni per le lavoratrici dipendenti;
  • 59 anni per le lavoratrici autonome.

Il Ministro ha inoltre ricordato altre importanti misure contenute nella Manovra, entrata in vigore il 1° gennaio:

  • Ape Sociale, con la quale “abbiamo ampliato la categoria dei lavori gravosi. In pensione prima lavoratori edili e ceramisti”; 
  • “maggiori tutele per le lavoratrici e i lavoratori. In pensione prima i lavoratori di Pmi in crisi che abbiano raggiunto i 62 anni”.
logo