Processo del lavoro: l’impugnazione proposta solo da alcune delle parti non coinvolge la posizione delle parti non impugnanti

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con ordinanza 6 novembre 2020, n. 24928, ha stabilito che la domanda proposta da più lavoratori nei confronti dello stesso datore di lavoro dà luogo a un litisconsorzio facoltativo improprio, nel quale permane l’autonomia dei titoli e la sentenza, formalmente unica, consta in realtà di tante pronunce quante sono le cause riunite, per loro natura scindibili, con la conseguenza che l’impugnazione proposta solo da alcune delle parti non coinvolge la posizione delle parti non impugnanti e rende inapplicabile l’articolo 331, c.p.c..

logo