Lo svolgimento di attività incompatibili in malattia determina il licenziamento disciplinare

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 4 luglio 2018, n. 17514, ha ritenuto che lo svolgimento, durante l’assenza dal lavoro per malattia, di attività incompatibili con la condizione di morbilità o tali da ritardare la guarigione – come testimoniano le fotografie di un investigatore ingaggiato dal datore – giustifica il licenziamento disciplinare del dipendente coinvolto.

logo