Licenziamento per offese ai colleghi: sì se la condotta è tipizzata al Ccnl

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 17 ottobre 2018, n. 26013, ha ritenuto che, in ipotesi di offese ai colleghi con frasi ingiuriose e offensive può scattare sia la mera sanzione conservativa sia il licenziamento in tronco; ciò che rileva è la tipizzazione o meno da parte del contratto nazionale della condotta contestata al lavoratore nell’ambito degli illeciti disciplinari e delle relative sanzioni. Occorre, dunque, analizzare il caso concreto per valutare se i contraenti collettivi abbiano voluto effettivamente individuare delle specifiche ipotesi di illecito disciplinare, tipizzandole o se abbiano invece evitato una tipizzazione delle sanzioni conservative individuandone solamente alcune in maniera esemplificativa, proprio in ragione dell’impossibilità di fissare tutte le ipotesi che costituiscono infrazioni disciplinari.

logo