Legittimo l’aumento del premio Inail per la morte di un dipendente

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 20 settembre 2019, n. 23517, ha ritenuto legittimo l’aumento del tasso del premio Inail se l’azienda non prova che la morte del dipendente è estranea all’amianto. Onere dell’Inail è quello di allegare e, ove ciò fosse stato oggetto di contestazione, fornire la prova, di avere provveduto, nel periodo di riferimento, all’indennizzo che aveva determinato la variazione in aumento del tasso specifico aziendale, costituendo per contro oggetto di eventuale specifica eccezione da parte della contribuente la deduzione dell’insussistenza delle circostanze fattuali che avrebbero reso legittimo tale indennizzo.

logo