Legittimo il licenziamento per insubordinazione

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, 3 ottobre 2018, n. 24118, ha dichiarato legittimo il licenziamento del dipendente che si rifiuta di svolgere mansioni inferiori al livello di appartenenza. L’illegittimo comportamento dell’impresa, infatti, abilita il prestatore a rivolgersi al giudice, ma non lo autorizza a compiere di sua iniziativa atti di insubordinazione.

logo