Giusta causa: tipizzazioni del contratto collettivo non vincolanti per il giudice di merito

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 27 marzo 2020, n. 7567, ha stabilito che la tipizzazione delle fattispecie previste dal contratto collettivo nell’individuazione delle condotte costituenti giusta causa non può costituirsi vincolante per il giudice di merito al quale spetta di esaminare gli addebiti posti a fondamento del licenziamento, verificare la loro sussistenza e, infine, valutare se il comportamento del lavoratore giustifichi o meno la sanzione espulsiva ai sensi dell’articolo 2119, cod. civ., anche alla luce dell’etica comune e dei valori esistenti nella realtà sociale.

logo