Giornalismo: rapporto subordinato valido solo con iscrizione all’elenco dei professionisti

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 21 gennaio 2019, n. 3177, ha stabilito che, ai fini del valido riconoscimento di un rapporto di lavoro giornalistico subordinato quale collaboratore fisso, è necessaria l’iscrizione nell’elenco dei giornalisti professionisti, non essendo sufficiente la sola iscrizione in quello dei pubblicisti. I collaboratori fissi sono anch’essi giornalisti, ove prestino attività lavorativa con continuità, vincolo di dipendenza e responsabilità di un servizio e svolgano tale attività con carattere di professionalità e cioè in modo esclusivo, perché, in sostanza il know how è lo stesso. Tuttavia, anche in assenza di registrazione all’Inpgi, va comunque riconosciuto all’interessato il danno da mancata contribuzione secondo l’attività svolta.

logo