Estesi obbligo vaccinale e green pass: nuovo decreto in Gazzetta

È stato pubblicato nella G.U. n. 4 del 7 gennaio 2022 il D.L. 1 del 7 gennaio 2022, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli istituti della formazione superiore.

Nello specifico:

  • viene introdotto l’obbligo vaccinale per tutti i cittadini over 50 dal 15 febbraio al 15 giugno 2022; pertanto, nel suddetto arco temporale, per accedere ai luoghi di lavoro, i lavoratori pubblici e privati che abbiano compiuto 50 anni dovranno essere in possesso del green pass rafforzato. I lavoratori che comunichino di non essere in possesso della certificazione verde COVID-19 o che risultino privi della stessa al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro sono considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro, fino alla presentazione della predetta certificazione, e comunque non oltre il 15 giugno 2022. Per i giorni di assenza ingiustificata non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento;
  • dal 1° febbraio 2022, l’obbligo vaccinale per la prevenzione dell’infezione da SARS-CoV-2 si applica anche al personale delle università, delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica e degli istituti tecnici superiori, senza limiti di età;
  • dal 20 gennaio al 31 marzo 2022 è esteso l’obbligo di green pass ordinario a coloro che accedono ai servizi alla persona;
  • dal 1° febbraio (o dalla data indicata dal decreto che individuerà le attività interessate, se diversa) al 31 marzo 2022 è esteso l’obbligo di green pass ordinario a quanti accedono a pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali, fatte salve eccezioni che saranno individuate con atto secondario, entro 15 giorni dalla data di entrata in vigore del D.L., per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona.

logo