Emersione lavoratori irregolari: determinazione e destinazione del contributo forfettario

È stato pubblicato sulla G.U. n. 223 dell’8 settembre 2020, il Decreto 7 luglio 2020, recante la determinazione e destinazione del contributo forfettario per le somme dovute dal datore di lavoro, relativamente ai rapporti di lavoro irregolare.

Il contributo forfettario, ex articolo 103, comma 7, D.L. 34/2020, per le somme dovute dal datore di lavoro a titolo retributivo, contributivo e fiscale, è determinato, per ciascun mese o frazione di mese, relativamente ai rapporti di lavoro irregolare oggetto dell’istanza di emersione, per i diversi settori di attività in:

  • 300 euro per i settori dell’agricoltura, allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura e attività connesse;
  • 156 euro per i settori dell’assistenza alla persona per sé stessi o per componenti della propria famiglia, ancorché non conviventi, affetti da patologie o disabilità che ne limitino l’autosufficienza;
  • 156 euro per il settore del lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare.

L’Agenzia delle entrate istituirà apposito codice tributo per il versamento. L’Inps, con propria circolare, definirà gli ulteriori adempimenti previdenziali relativi ai lavoratori interessati dall’emersione.

logo