Demansionamento: le tre fasi per individuare le mansioni svolte in concreto

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con ordinanza 30 novembre 2020, n. 27345, ha stabilito che, allorché si tratti di individuare, ai fini dell’accertamento di un eventuale demansionamento, la pertinenza delle mansioni svolte in concreto, rispetto a una determinata posizione funzionale, il procedimento logico-giuridico del giudice non può prescindere da 3 fasi successive, costituite:

  1. dall’accertamento in fatto delle attività lavorative in concreto svolte;
  2. dall’individuazione delle qualifiche e dei gradi previsti dal contratto collettivo di categoria;
  3. dal raffronto tra il risultato della prima indagine e le previsioni della normativa contrattuale individuati nella seconda.
logo