COVID-19: sospensione dei premi assicurativi

L’Inail, con circolare n. 21 del 18 maggio 2020, ha fornito istruzioni operative, anche a integrazione di quelle già pubblicate con la circolare n. 11/2020, in merito alla sospensione dei versamenti dei premi assicurativi e in linea con le modifiche operate dalla L. 27/2020, di conversione del D.L. Cura Italia.

La circolare riepiloga i soggetti che possono usufruire della sospensione dei premi per i mesi di aprile e maggio 2020, in presenza di una riduzione del fatturato (del 33% o del 50%, a seconda che nel 2019 abbiano avuto ricavi o compensi fino a 50 milioni oppure oltre tale limite), rispetto ai mesi di marzo e aprile del periodo d’imposta precedente.

Nelle more della pubblicazione del Decreto Rilancio, e delle eventuali modifiche che potranno incidere sulle disposizioni in argomento, i versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal medesimo mese di giugno 2020.

Anche per i versamenti sospesi dal 2 marzo 2020 al 30 aprile 2020 o al 31 maggio 2020, nelle more della pubblicazione del Decreto Rilancio e delle eventuali modifiche che potranno incidere sulle disposizioni in argomento, la ripresa dei versamenti è prevista in un’unica soluzione entro il 31 maggio 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020.

A integrazione della circolare n. 11/2020, sono sospesi i versamenti che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 marzo 2020 per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato, con ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019. Anche in questo caso, nelle more della pubblicazione del Decreto Rilancio, la ripresa dei pagamenti deve avvenire in un’unica soluzione entro il 31 maggio 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020.

La circolare, inoltre, precisa che sono sospesi anche versamenti richiesti per premi e accessori a seguito di denunce di iscrizione e variazione o derivanti dalla presentazione delle altre denunce periodiche obbligatorie riguardanti alcune polizze speciali. Specifica anche quali versamenti dei premi con scadenza legale predeterminata sono sospesi.

L’Istituto comunica, infine, che è in corso di realizzazione un apposito servizio on line con cui gli interessati dovranno comunicare di aver effettuato la sospensione degli adempimenti e dei versamenti, specificando la disposizione che hanno applicato e dichiarando altresì di essere in possesso delle condizioni previste dalla medesima disposizione per usufruire del beneficio.

logo