Conversione a tempo indeterminato prima del termine nullo: non spetta l’indennità

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 14 giugno 2019, n. 16052, ha deciso che, in tema di contratti di lavoro a tempo determinato, nell’ipotesi di cessazione del rapporto prima della scadenza del termine nullo, va escluso il riconoscimento, in favore del lavoratore che abbia conseguito la declaratoria di conversione in contratto di lavoro a tempo indeterminato, dell’indennità ex articolo 32, L. 183/2010, poiché quest’ultima spetta solo per il periodo c.d. “intermedio”, ossia quello compreso fra la scadenza del termine e la pronuncia del provvedimento con il quale il giudice abbia ordinato la ricostituzione del rapporto di lavoro.

logo