Cigs: verifica della specificità dei criteri

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 18 gennaio 2019, n. 1378, in tema di procedimento per la concessione della Cigs, ha stabilito che la verifica della specificità dei criteri di individuazione dei lavoratori da spostare e delle modalità della rotazione (anche ai fini dell’adeguatezza della comunicazione ex articolo 1, comma 7, L. 223/1991) deve essere condotta con valutazione in astratto e ex ante, e non in concreto ed ex post, dovendo assolvere sia alla funzione di porre le associazioni sindacali in condizione di contrattare i criteri di scelta dei lavoratori da sospendere sia a quella di assicurare al lavoratore la previa individuazione di tali criteri e la verificabilità dell’esercizio del potere del datore di lavoro.

logo