Assegno unico universale: l’IBAN dev’essere intestato al beneficiario

|

A partire dal mese di marzo cesseranno le prestazioni attualmente erogate in busta paga o con la pensione per il nucleo familiare e le detrazioni fiscali relative.

L’Assegno Unico, infatti, sostituisce tutte le altre prestazioni e sarà erogato dall’INPS sull’IBAN indicato dal richiedente: lo ha precisato ieri l’Inps attraverso un comunicato stampa .

Nel documento si ricorda inoltre quanto segue:

  1. a chi percepisce il reddito di cittadinanza l’assegno sarà versato in automatico sulla carta RdC, senza bisogno di inoltrare alcuna domanda;
  2. a chi ha già fatto domanda, comunicando correttamente l’IBAN, l’assegno sarà corrisposto entro il mese di marzo;
  3. l’IBAN che si comunica dev’essere un servizio di pagamento operante in uno dei Paesi dell’area SEPA (conto corrente bancario/postale, carta di credito o di debito, libretto di risparmio);
  4. l’IBAN dev’essere intestato o cointestato al beneficiario della prestazione, fatta salva l’ipotesi di domanda presentata dal tutore di genitore incapace (in tal caso l’IBAN può essere intestato o cointestato al tutore o al genitore).

Sarà l’Inps a verificare la titolarità dell’IBAN.

Mondo Lavoro Srl
Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 02478290121

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta

    Lavora con noi
    Close