Pubblicata in GU la legge di conversione del decreto legge Semplificazioni bis

Nella Gazzetta Ufficiale del 30 luglio 2021, n. 181 è stata pubblicata la legge 29 luglio 2021, n. 108, recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, recante governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure”.

Tra le altre cose, vengono prorogate dal 31 dicembre 2021 al 30 giugno 2023 le procedure per l’incentivazione degli investimenti pubblici durante il periodo emergenziale in relazione all’aggiudicazione dei contratti pubblici sottosoglia.

Si tratta di modalità di affidamento semplificate per il sottosoglia: aumento della soglia per procedere con affidamenti diretti e possibilità di utilizzare le procedure negoziate senza pubblicazione del bando.

Viene, poi, innalzato ad € 139.000 il limite per l’affidamento diretto, anche senza consultazione di più operatori economici; rimane ferma l’esigenza che siano scelti soggetti in possesso di pregresse e documentate esperienze analoghe a quelle oggetto di affidamento, comunque nel rispetto del principio di rotazione.

Si prevede, inoltre, la procedura negoziata con 5 operatori per i lavori oltre € 150.000 e fino ad € 1.000.000.

Per i lavori di importo pari o superiore ad un milione e fino a soglia UE, l’invito deve riguardare almeno dieci operatori

logo