Trasferimento disciplinare per incompatibilità

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 12632/2021, ha sancito che il trasferimento disciplinare del lavoratore per incompatibilità ambientale non integra gli estremi del mobbing. Se infatti gli spostamenti fatti dal datore di lavoro sono finalizzati a ristabilire un ambiente di serenità lavorativa, dev’essere esclusa la volontà persecutoria.

logo