Stanziati ulteriori 50 milioni per la parità salariale

Il disegno di Legge di Bilancio 2022 – approvato nei giorni scorsi dal Consiglio dei Ministri e trasmesso al Senato – prevede lo stanziamento di ulteriori 50 milioni di euro per l’istituzione del Fondo per la parità salariale, “rendendolo strutturale, per gli sgravi alle imprese che virtuosamente superano la disparità retributiva tra uomini e donne”: lo ha ricordato sul proprio profilo Twitter il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, il quale ha anche sottolineato che si tratta solo di alcuni passi, mentre “molti ancora ne restano da compiere sulla strada di un’effettiva parità e di una riduzione del gender pay gap, ed è anche per questo motivo” che al Ministero del Lavoro è stato istituito un apposito gruppo di lavoro sull’occupazione femminile.

Orlando ha infine aggiunto che “Promuovere una piena ed effettiva partecipazione delle donne al mercato del lavoro non è solo un tema di equità, diritti e giustizia sociale, ma di rafforzamento della nostra democrazia”.

logo