No al licenziamento se la dipendente viene istigata dal suo capo

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n.  19585/2021, ha accolto il ricorso della cassiera del bar di un centro commerciale, alla quale veniva imputato di non aver registrato più di 20 acquisti (non “batteva” gli scontrini), con conseguente licenziamento disciplinare. Tuttavia, secondo la Corte, il rapporto di lavoro non poteva essere risolto in quando la dipendente ha commesso il fatto addebitatole per assecondare il responsabile del bar stesso.

logo