Infortunio sul lavoro e responsabilità datoriale

La Cassazione – con sentenza del 7 settembre 2021, n. 32956 – ha accolto il ricorso di una società condannata per lesioni personali colpose in seguito ad un incidente sul lavoro che ha fatto quasi perdere la mano ad un operaio.

Nello specifico, la Suprema Corte ha chiarito che, per stabilire se sussistono o meno i requisiti necessari alla non punibilità per particolare tenuità del fatto, è necessario valutare nel complesso tutte le peculiarità della fattispecie in esame: pertanto, si è ritenuto non meritevole di condanna il datore di lavoro.

logo