Infortunio: la condotta abnorme del lavoratore esonera il datore da ogni responsabilità

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 13 febbraio 2019, n. 4225, ha stabilito che la condotta del lavoratore può comportare esonero totale dell’imprenditore da ogni responsabilità, quando presenti i caratteri di abnormità, inopinabilità ed esorbitanza, così da porsi come causa esclusiva dell’evento. L’esonero totale di responsabilità del datore scatta quando la condotta dell’infortunato è esorbitante e inopinata al punto da porsi come causa esclusiva del sinistro.

logo