Green pass e trasporti: le nuove regole anti-Covid per Bus, Taxi e NCC

Confartigianato – con comunicato del 2 settembre 2021 – ha ricordato che dal 1° settembre u.s. sono operative le nuove regole per il contenimento della diffusione del Covid-19 nel trasporto pubblico, diffuse attraverso le linee guida dal MIT.

Al riguardo, è previsto l’obbligo di certificazione verde e di misurazione della temperatura (sempre inferiore a 37,5°) sui bus a lunga percorrenza che collegano almeno due regioni, con itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti e sugli autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente (ad esclusione di quelli impiegati in servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale).

Oltre a esibire il green pass, i viaggiatori dovranno autocertificare di non aver avuto contatti con malati di Covid negli ultimi due giorni e impegnarsi a comunicare al vettore e all’Autorità sanitaria l’insorgenza di sintomi riconducibili alla sindrome virale per il possibile tracciamento. A bordo dell’autobus obbligatoria la mascherina, chirurgica o di livello di protezione superiore, utilizzabile massimo per quattro ore. La capienza massima degli automezzi non potrà superare l’80% dei posti consentiti.

Per i taxi e Ncc fino a 9 posti è raccomandato dotare le vetture di paratie divisorie tra le file di sedili. Il passeggero non può occupare il posto vicino al conducente.

Nelle vetture omologate per il trasporto fino a 5 persone non potranno essere trasportati sul sedile posteriore più di due passeggeri e in quelle omologate per il trasporto di sei o più persone non più di due passeggeri per ogni fila di sedili.

logo