Giusta causa: tipizzazione Ccnl non vincolante

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 7 aprile 2021, n. 9304, ha ritenuto che il giudice, nell’accertamento della sussistenza o meno della “giusta causa”, in quanto nozione legale, non è soggetto ad alcun vincolo derivante dalla tipizzazione contrattuale collettiva. Questa ha, infatti, una valenza meramente esemplificativa, non preclusiva della sua valutazione in ordine all’idoneità di un grave inadempimento, o di un grave comportamento del lavoratore contrario alle norme della comune etica o del comune vivere civile, all’irreparabile rottura del rapporto fiduciario tra datore di lavoro e lavoratore: con il solo limite di non potere il giudice, qualora un determinato comportamento del lavoratore addotto dal datore di lavoro a giusta causa di licenziamento sia previsto dal contratto collettivo integrare una specifica infrazione disciplinare cui corrisponda una sanzione conservativa, farne oggetto di un’autonoma valutazione di maggior gravità.

logo