Gestione separata committenti: comunicazione di debito anno 2017 e precedenti

L’Inps, con messaggio n. 2862 del 17 luglio 2018, ha reso noto che sono terminate le operazioni di elaborazione delle situazioni debitorie delle aziende committenti, sia pubbliche che private, che durante il corso dell’anno 2017 hanno denunciato tramite il flusso UniEmens il pagamento di compensi ai soggetti iscritti alla Gestione separata. I flussi UniEmens interessati sono quelli relativi ai contributi aventi competenza 2017 o anni precedenti per i quali non siano ancora decorsi i termini prescrizionali. La pubblicazione della comunicazione è anticipata sia all’azienda committente che all’intermediario collegato tramite un messaggio di “Alert” inviato all’indirizzo Pec/e-mail conosciuto dall’Istituto. La situazione debitoria è evidenziata all’interno del “Cassetto Committenti Gestione separata” con il messaggio “Attenzione: sono presenti delle comunicazioni da leggere” per la singola azienda committente; per gli intermediari delegati, invece, il segno di spunta di colore rosso indica quali sono le aziende interessate dalla comunicazione.

Poiché la comunicazione di debito è propedeutica al passaggio alle fasi successive per il recupero del credito tramite l’emissione dell’avviso di addebito, le aziende committenti o i loro delegati, che erroneamente hanno denunciato compensi non corrisposti o corrisposti in misura inferiore o hanno errato gli altri dati chiave della denuncia UniEmens che ha generato poi la quota a debito devono inviare con urgenza, esclusivamente tramite la comunicazione bidirezionale del “Cassetto Committenti Gestione separata”, i flussi di correzione, al fine di evitare errate emissioni di avvisi di addebito.

logo