Figlio dell’imprenditore opera in azienda: va iscritto alla gestione commercianti come coadiutore

In materia previdenziale, va iscritto alla gestione commercianti dell’INPS come coadiutore familiare il figlio dell’imprenditore che opera in azienda. Lo schermo societario, infatti, non deve sottrarre la prestazione lavorativa alla contribuzione previdenziale.

È quanto statuito dalla Corte di Cassazione nell’Ordinanza n. 22082 del 2 agosto 2021, con la quale ha ricordato che l’assicurazione per gli esercenti attività commerciali, che non opera nei confronti del socio o amministratore di srl in difetto dei requisiti congiunti di abitualità e prevalenza dell’attività, può tuttavia operare nei confronti dei coadiutori familiari del suddetto socio o amministratore della srl titolare dell’impresa in relazione alle attività gestorie agli stessi demandabili e nel concorso degli altri requisiti di legge relativi all’impresa.

logo