Critiche e i rimproveri della dirigente e conflitto nell’ambiente di lavoro

La Cassazione – con sentenza del 1° ottobre 2021, n. 35939 – ha chiarito che non integra abuso dei mezzi di correzione l’atteggiamento della dirigente che critica e rimprovera severamente i suoi collaboratori al fine di risolvere problematiche contingenti dell’ufficio.

Al riguardo, la Suprema Corte ha precisato che, seppur tale comportamento aveva talvolta minato la serenità dell’ambiente di lavoro, “era stato interpretato come vessatorio e offensivo solamente dai soggetti più fragili”.

logo