Contributo a fondo perduto per le start-up

L’Agenzia delle entrate, con provvedimento n. 305784 dell’8 novembre 2021, ha definito le regole per beneficiare dei fondi a sostegno dei contribuenti colpiti dall’emergenza COVID-19 che hanno attivato la partita Iva tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2018 e la cui attività di impresa è iniziata nel 2019. Il contributo spetta, in particolare, alle imprese che, pur non avendo registrato nel 2020 un calo del fatturato di almeno il 30% sul 2019, sono in possesso degli altri requisiti indicati all’articolo 1, D.L. 41/2021, tra cui il limite dei ricavi non superiori a 10 milioni di euro.

La domanda è predisposta in modalità telematica nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia delle entrate. Per l’invio, che può essere effettuato anche tramite intermediario, c’è tempo fino al 9 dicembre 2021. Il contributo è previsto nella misura massima di 1.000 euro; il valore dipenderà dal rapporto tra il limite complessivo di spesa stabilito per norma e l’ammontare complessivo dei contributi relativi alle istanze accolte. Inoltre, il richiedente può scegliere, irrevocabilmente, se ottenere il valore totale del contributo come accredito sul conto corrente bancario o postale a lui intestato o, in alternativa, come credito d’imposta da utilizzare in compensazione tramite modello F24.

logo