Legittimità comunicazione improvvisa cambio turno

La Cassazione – con sentenza del 23 aprile 2021, n. 10868 – ha affermato la legittimità dell’invio della comunicazione al dipendente relativa al cambio di turno solo poche ore prima del turno stesso, in quanto il datore di lavoro, applicando il CCNL di categoria, aveva provveduto a ricompensare il lavoratore per il disagio causato dall’orario minimo di preavviso riconoscendogli un maggior numero di ore di riposo.

A mente dell’art. 1 , D.Lgs. n. 66/2003, è definito orario di lavoro “qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al lavoro, a disposizione del datore di lavoro e nell’esercizio della sua attività o delle sue funzioni”.

Il dettato normativo prevede che il lavoratore:

  • ha diritto ad 11 ore di riposo consecutivo ogni 24 ore (cd. riposo giornaliero);
  • ha diritto ogni 7 giorni ad un riposo settimanale di almeno 24 ore consecutive, di regola in coincidenza con la domenica, da cumulare con le ore di riposo giornaliero.
logo