Cassa di previdenza forense: legittimo il divieto di rimborso dei contributi

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 17 luglio 2019, n. 19255, ha ritenuto legittimo l’articolo 4, Regolamento della Cassa nazionale di previdenza e assistenza forense, che ha abrogato l’articolo 21, L. 576/1980, prevedendo il divieto di rimborso dei contributi – principio generale dell’intero sistema previdenziale. Infatti, in tema di trattamento previdenziale, tale delegificazione trova fondamento nell’articolo 3, comma 12, L. 335/1995, che, nella sua originaria formulazione, attribuisce agli enti previdenziali privatizzati il potere di adottare atti idonei a incidere sui criteri di determinazione del trattamento pensionistico nel rispetto del principio del pro rata.

logo