Aggiornamento domanda di NASpI ed iscrizione alla Gestione Separata

L’INPS – con Messaggio del 22 ottobre 2021, n. 3608 (non ancora pubblicato sul sito dell’Istituto) – ha precisato che, qualora l’assicurato richiedente la prestazione NASpI sia iscritto alla Gestione Separata con data di decorrenza antecedente alla data di presentazione della domanda di NASpI, può svolgere attività lavorativa in forma autonoma (ivi compresa l’attività di co.co.co., nonché la titolarità di dottorato o assegno di ricerca con borsa di studio), a condizione che comunichi il reddito potenzialmente ricavabile da tale attività.

L’INPS, poi, ha affermato che, per liquidare la NASpI, in caso di iscrizione alla Gestione Separata, è necessario conoscere il reddito presunto potenzialmente derivante da un’attività connessa a tale iscrizione, anche in assenza di un contratto di collaborazione in vigore e di mancato svolgimento, anche da anni, di attività che implichi obbligo di versamento dei contributi.

Pertanto è stato rilasciato l’aggiornamento della domanda NASpI online, rendendo obbligatoria, in presenza di iscrizione alla Gestione Separata, la dichiarazione del reddito presunto anche se pari a “zero”.

logo