Licenziamento per giusta causa: tempestiva istanza di rimessione in termini

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 30 dicembre 2019, n. 34734, ha deciso che il provvedimento di rimessione in termini, reso sia ai sensi dell’articolo 184-bis c.p.c., che del vigente articolo 153, comma 2, c.p.c., presuppone una tempestiva istanza della parte che assuma di essere incorsa nella decadenza da un’attività processuale per causa ad essa non imputabile. Tale tempestività deve essere intesa come immediatezza della reazione della parte stessa al palesarsi della necessità di svolgere un’attività processuale ormai preclusa.

logo