Legittimo il licenziamento in tronco per conflitto di interessi

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 24 aprile 2019, n. 11237, ha ritenuto legittimo il licenziamento senza preavviso per il dipendente dell’Agenzia delle entrate che svolge attività di consulenza fiscale in favore di un privato nell’ambito di una vertenza in cui era contrapposto il proprio datore di lavoro. In tal modo, infatti, il funzionario viola l’obbligo di fedeltà ed esclusività della prestazione e del divieto di svolgimento di attività in conflitto di interessi.

logo