Giusta causa per più condotte: il giudice valuta ogni singola inadempienza

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 2 maggio 2019, n. 11539, ha stabilito che, nell’ipotesi in cui il licenziamento per giusta causa venga intimato a fronte di più condotte inadempienti addebitate, non necessariamente l’esistenza della giusta causa deve essere ritenuta solo con riferimento al complesso dei fatti contestati, potendo ciascuno di essi essere idoneo a giustificare la massima sanzione espulsiva. Pertanto, il giudice, sebbene debba esaminare le condotte contestate non “atomisticamente”, ma con riferimento anche alla concatenazione tra tutte, ha altresì l’obbligo di valutare la valenza disciplinare di ogni singola inadempienza, sia pure nel contesto complessivo della contestazione.

logo