Licenziamento: immodificabilità delle ragioni del provvedimento espulsivo

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 20 marzo 2019, n. 7851, ha sancito che il principio dell’immodificabilità delle ragioni del licenziamento, che devono essere indicate dal datore di lavoro nell’atto scritto di recesso, costituisce una fondamentale garanzia di tutela giuridica del lavoratore, che vedrebbe altrimenti frustrata la possibilità di contestare il licenziamento stesso.

Privacy: termini e durata dei procedimenti presso il Garante

È stata pubblicata sulla G.U. n. 107 del 9 maggio 2019 la delibera del Garante privacy n. 99 del 4 aprile 2019, di approvazione del regolamento n. 2/2019, che illustra i termini di decorrenza e di sospensione dei procedimenti amministrativi e individua le unità organizzative competenti a effettuare la relativa istruttoria. La delibera si applica ai procedimenti di competenza del Garante, conseguenti a un’iniziativa di parte o avviati d´ufficio, e alle fasi procedimentali svolte presso il Garante in procedimenti di competenza di altri soggetti pubblici.

Pace fiscale: in una circolare l’elenco delle violazioni formali definibili

L’Agenzia delle entrate, con circolare n. 11/E del 15 maggio 2019, ha offerto chiarimenti sulla definizione agevolata delle irregolarità formali, precisando che si può accedere alla pace fiscale anche se non sono state corrette tutte le irregolarità. In particolare, il documento di prassi si sofferma sull’ambito oggettivo di applicazione della misura, elencando le infrazioni, inosservanze e omissioni di natura formale ammesse alla definizione e quelle che, così come le violazioni sostanziali, restano fuori dalla definizione agevolata.

logo