Auto aziendale: revocabile senza preavviso se non è fringe benefit

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con ordinanza 2 maggio 2019, n. 11538, ha ritenuto legittima la revoca della disponibilità dell’autovettura aziendale al dirigente, il quale ha sottoscritto per accettazione il regolamento secondo cui l’uso è a interesse esclusivo della società e revocabile senza preavviso, a nulla rilevando il mancato addebito dell’uso personale in busta paga, necessitando una manifestazione di volontà univoca per trasformare in fringe benefit di natura retributiva l’originario titolo di godimento del veicolo.

logo